Le nuove avventure di Gobbolino

Nato dalla straordinaria fantasia di Ursula Moray Williams, Gobbolino è l’adorabile micetto protagonista di Gobbolino the Witch’s Cat (in italiano Gobbolino il Gatto della Strega). amatissimo libro per bambini scritto dall’autrice inglese nel 1943.

Già famosissimi nel resto del mondo, i racconti di Gobbolino arrivarono per la prima volta in Italia solo nel 1982. pubblicati a puntate nei fascicoli delle serie de I Raccontastorie e C’era una volta.

Gobbolino, il gatto del cavaliere

Nel suo lungo girovagare alla ricerca di una casa, il nostro tenero micetto giungerà stavolta in un regno lontano, una terra fuori dal tempo abitata da nobili dame e possenti draghi (un crossover con Il Trono di Spade?…Bhe, non lo escluderei 😀 ).

All’inizio di questa nuova avventura, il piccolo Gobbolino farà amicizia con un giovane cavaliere, un ragazzo coraggioso ma triste, perdutamente innamorato della bella dama Alice.

A contendere per la mano e le attenzioni dell’affascinante donzella vi era infatti un altro pretendente, il barone, un uomo ricco ed arrogante, assolutamente deciso a farla sua.

Nonostante l’animo gentile del cavaliere, la ragazza non nutriva tuttavia verso di lui alcun sentimento. Il suo cuore apparteneva di già ad un nobile signore, suo unico vero amore, costretto però a lasciarla per andare in guerra.

Per costringerla la dama a scegliere il suo futuro sposo, il padre l’aveva quindi rinchiusa in una vecchia torre (oltretutto sorvegliata da un drago) con il divieto di poter uscire fino al giorno del suo matrimonio…

Gobbolino, il gatto di casa

Dopo il movimentato finale del precedente episodio, l’adorabile Gobbolino otterrà finalmente un po’di pace e serenità, trovando un rifugio sicuro presso la casa di un anziano boscaiolo.

Con reciproco stupore, nella piccola dimora il gattino incontrerà anche Rosabella,, nipote dell’uomo e fino a qualche tempo prima cameriera al servizio di dama Alice.

All’inizio il micio è titubante ed ha difficoltà a fidarsi della ragazza (Rosabella aveva infatti spifferato a tutti dei suoi poteri mettendolo nei guai) ma i modi cortesi della ragazza lo tranquillizzano, finendo per convincendolo delle sue buone intenzioni.

Purtroppo per Gobbolino, la “premurosa” pulzella nasconde in realtà una natura meschina e vanitosa e non si farà alcuno scrupolo ad approfittarsi dell’ingenuità del gattino, arrivando addirittura a barattarlo in cambio di un vestito nuovo…

Questa voce non mi è nuova

Come per altre fiabe della collana I Raccontastorie anche le avventure di Gobbolino hanno potuto contare sulla collaborazione di artisti di grande successo, in questo caso della straordinaria Ottavia Piccolo.

Nata a Bolzano, l’apprezzatissima attrice ebbe il suo esordio cinematografico con Il Gattopardo di Luchino Visconti (1963) a cui seguirono importanti esperienze sul grande schermo, in televisione e a teatro (tra i suoi maestri Giorgio Strehler, che la dirige ne Le baruffe chiozzotte e più tardi nel Re Lear shakespeariano e Luca Ronconi).

Nell’ambito del doppiaggio è famosa per essere la voce italiana di Carrie Fisher per il ruolo della Principessa Leia nella saga di Star Wars.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.