Giupy Creazioni

La bravissima creativa che vi presento oggi ho avuto la fortuna di conoscerla grazie a Liletta Ely, una simpaticissima youtuber che ogni settimana ci regala tante risate ed allegria con i suoi scanzonati riassunti di anime e serie tv.

in uno dei suoi ultimi video, Liletta ha infatti presentato Giusy ed il suo vivacissimo canale youtube, Giupy Creazioni, uno spazio in cui la nostra nuova amica (oltre ai tantissimi video tutorial) parla di se e del suo amore per l’handmade. 

Visto che per natura noi criceti siamo curiosi, ovviamente non ho perso tempo e l’ho invitata subito sulla Tana…ecco cosa mi ha raccontato!

Buongiorno carissima e benvenuta! Direi di iniziare subito parlandoci un pò di te. Dove sei nata? Quali sono le tue passioni ed interessi? Ci racconti qualcosa anche della tua città?

Ciao,è un piacere essere qui per questa piccola intervista.

Io mi chiamo Giusy del canale YouTube Giupy Creazioni, sono nata e cresciuta in Sardegna dove attualmente vivo con il mio fidanzato,e il mio dolce coniglietto Ross. Più precisamente vivo nella città di Cagliari, che si affaccia al centro del Golfo degli Angeli, nella costa meridionale della Sardegna.

Cosa dirvi della mia città, se non che penso sia la più bella d’italia? E’una città storica tutta da scoprire con il suo clima tipicamente mediterraneo,è la città ideale per chi come me non ama  il  freddo. Con inverni miti ed estati calde non ha nulla da invidiare alle mete vacanziere tropicali.

Sono sempre stata un’appassionata di fumetti Giapponesi di cui ho una vasta  collezione, tutte le versioni a fumetti dei cartoni animati della mia infanzia sono custodite nella mia libreria. Mi piace leggere,fare passeggiate e dare libero sfogo alla mia fantasia attraverso l’uncinetto,una delle mie passioni piu grandi .

Che studi hai fatto e cosa fai nella vita? L’handmade è un hobby o la tua attività principale?

Attualmente sono una studentessa,frequento un’istituto professionale, L’handmade per me non è ne un hobby ,ne la mia attività principale,ma semplicemente lo considero una parte di me,non riuscirei mai a vivere senza creare qualcosa .

Come e quando ti sei avvicinata al mondo dellì’handmade?

Mi sono avvicinata all’handmade molti anni fa,quando cominciai il lavoro di commessa in una merceria,per poter dare consigli alla clientela bisognava tuffarsi a capofitto nel mondo del “fai da te” ,avere le conoscenze ,la  manualità e l’iniziativa per poter essere d’aiuto a chi aveva bisogno di esssere guidato,  una caratteristica importante per quel lavoro.

Ci racconti come è nata questa passione (in particolare la scelta della tua tecnica e del materiale che usi)?

Come ti accennavo nella risposta precedente ho cominciato per esigenza,per far maturare professionalmente la mia occupazione,poi pian piano è diventato una parte di me,la soddisfazione e l’emozione  di creare dei lavori dal niente era molto grande,mi faceva stare bene e mi dava la carica per affrontare al meglio le giornate lavorative, dove ero sempre a stretto contatto con tante altre creative .

Nel corso degli anni ho provato varie tecniche ,ho cominciato con le perline,poi con il cucito,il punto croce,la maglia,l’uncinetto,mi piace fare un po’ tutto anche se il mio preferito rimane sempre l’uncinetto con la tecnica Amigurumi per realizzare i pupazzi.

Sono sempre stata un appassionata di cartoni animati e fumetti, avere la possibilità di creare da sola un pupazzo con la forma di un personaggio che mi sta a cuore per me é stata una grande conquista

Mi dicevi del tuo canale youtube…

Il canale è nato circa  quattro  anni fà quasi per gioco, poi pian piano è diventato una parte integrante del mio quotidiano.

All’inizio con solo tutorial di uncinetto classico ma che a dire la verità mi stavano un po “stretti, questo perchè ho sempre avuto il pensiero di voler sfatare lo stereotipo che vede  l’uncinetto come  una “cosa da nonne”.

Successivamente scopro gli Amigurumi (che diventano la mia più grande passione) ed il canale ha trovato la sua identità, la sua dimensione; Su oltre cento tutorial più della metà sono di Amigurumi ,sia per la loro semplicità sia perché danno un tocco di modernità ad un hobby da sempre considerato “antico”.

Quali sono state le principali difficoltà che hai affrontato per imparare? Hai seguito dei corsi o sei completamente autodidatta?

A dir la verità non ho avuto  difficoltà, anche perché stando in negozio oltre a essere  circondata da persone che avevano bisogno di consigli, ero circondata anche da persone  esperte che mi  hanno sempre dato buoni consigli e aiutata a migliorare.

Ricordo di aver frequentato un corso di perline,con una super insegnante molto in gamba  con cui mi sono trovata veramente molto bene.

In che tipo di creazioni ti sei specializzata e quali preferisci realizzare?

In questi anni ha prevalso la passione per l’uncinetto,mi piace tantissimo realizzare i pupazzi con la tecnica Amigurumi.

In genere da dove prendi l’ispirazione? Mi descriveresti il tuo processo creativo?

Per me tutto quello che mi circonda è fonte di ispirazione,poi per quanto riguarda i pupazzi nello specifico, i preferisco riprodurre i personaggi dei cartoni animati ,quindi sono loro la mia fonte di ispirazione,di solito butto giù uno schizzo con carta e penna di come deve essere il pupazzo e da li comincio a fare le varie prove fino a quando raggiungo un risultato che mi piace.

Come molti creativi anche tu lavori spesso su commissione. Di solito sei tu che proponi le idee o lasci comunque che i tuoi clienti diano il loro contributo? (magari con suggerimenti, ecc…)

Avendo  una casa e una vita scolastica da gestire ho la preferenza a proporre io le idee, in modo da velocizzare i tempi.

Qual’è la creazione che ti sei divertita di più a realizzare e quella che ha rappresentato una vera sfida?

Domanda difficile perché mi diverto con tutte eh eh eh ,una che mi rimarrà sempre nel cuore e che custodisco gelosamente è un piccolo orsetto in 3D fatto con le perline, una vera sfida perché l’intreccio di fili fu un lavoraccio, ci misi una settimana a capire bene il procedimento, ne feci uno solo infatti.

Se dovessi usare una definizione ti definiresti più un’artista, un’artigiana o un hobbysta?

Mi piace definirmi Creativa 🙂

Hai mai partecipato a concorsi, fiere o mercatini? Sono esperienze che ti son piaciute hai qualche aneddoto da raccontare?

Si mi è capitato di partecipare a dei mercatini,soprattutto in questi ultimi anni,sono felice di partecipare perché mi da modo di conoscere sempre persone nuove con le mie stesse passioni,tuttora grazie proprio ad un mercatino ho conosciuto due amiche speciali con cui divido spesso gli stand ,Farfallà Creazioni e Violet Hand Made che trovate su Facebook e Instagram.

Ti è mai capitato di organizzare dei corsi, insegnare ad altri quello che hai imparato, magari dei workshop con i bambini? E’un’esperienza che ti piacerebbe provare?

Mi è capitato spesso di fare lezioni di perline e di uncinetto sia a ragazze che a signore più mature,ricordo un periodo di tanti anni fa dove il boom di vendite di filati fù con l’uscita di due  filati che si lavoravano in modo innovativo,un filato a rete e uno con tanti pom pom ,quasi nessuno sapeva lavorarli,ho fatto tante dimostrazioni per aiutare a realizzare sciarpe,borse,cappellini e tanto altro con questi filati.

Non mi dispiacerebbe lavorare in  qualche associazione e insegnare ai bambini o agli  anziani a fare tanti pupazzi!

Che rapporto hai con i social network? Quanto ti hanno aiutato a farti conoscere e a convividere la tua passione?  

Diciamo che ho un buon rapporto! Ci sono dei social che utilizzo di piu e social che proprio non considero ,però penso che per l’epoca in cui siamo siano molto utili per raggiungere persone in tutto il mondo con la nostra stessa passione, se saputi usare ti possono offrire una buona fetta di mercato che prima era impensabile poter raggiungere.

Grazie a Youtube per esempio, ho conosciuto tante persone in gamba con la mia stessa passione ,sono diventati amici e amiche che ora sento tutti i giorni ,ci scambiamo pareri,consigli  e qualche volta anche materiali ,Meryj HandMade,Purchè sia Fatto a Mano,Lo Provo Io e World of Amigurumi .

Che consiglio daresti ad un giovane creativo che volesse avvicinarsi al mondo dell’handmade?

Direi di dare libero sfogo alla propria fantasia  e di non abbattersi davanti alle difficolta, in questi anni mi sono sentita dire spesso  frasi tristi del tipo “cosa ci vorrà a fare questo” oppure “ lo trovo simile dai cinesi” e tante altre che non sto qui ad elencare  altrimenti ci vorrebbero millemila pagine di world, frasi dette da persone ineducate che se collegassero la lingua al cervello capirebbero che sono inappropriate e soprattutto offensive.

Gli direi proprio di non farsi il fegato amaro con questa tipologia di persone e pensare solo che esiste anche tanta gente che apprezza.

Sembrerà banale ma…Think Positive sempre 😉

Vi ricordo che potete seguire Giusy e le sue bellissime creazioni visitando la sua pagina Facebook, il suo profilo Istagram ed il suo canale Youtube.

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.