Polvere di Strega

Oggi amici del blog per me è  un giorno davvero speciale perché posso finalmente presentarvi Nicoletta, una ragazza dalle mille risorse e dalla straordinaria immaginazione, eclettica creativa e grandissima amica. Nelle settimane scorse abbiamo fatto quattro chiacchiere. Ecco cosa mi ha raccontato!

Ciao carissima, finalmente ce l’abbiamo fatta a realizzare quest’intervista! intanto ti dò il benvenuto sulla Tana del Criceto, è davvero un piacere averti quì! Potremo iniziare parlando un pò di te. Da dove vieni, che studi hai fatto e quali sono i tuoi principali interessi?

Vengo da un paesino nel Lazio, in provincia di Frosinone, ma ho vissuto sempre a Roma, città che adoro! Ho effettuato studi di tipo artistico: il Liceo Artistico prima e l’Accademia di Belle Arti  successivamente.

Tutto ciò che è arte mi appassiona, così come la musica..Tendenzialmente direi che sono piuttosto curiosa e quindi spazio tra vari interessi.Mi piace molto comunicare, avere uno scambio con le persone..

Raccontami come è iniziata la tua passione per l’handmade. quanti anni avevi e con quali materiali hai incominciato? Come mai hai scelto il nome Polvere di Strega?

Credo di essere nata con il pallino per l’handmade!..Sono stata una bambina che amava crearsi i giochi, soprattutto le bambole: le disegnavo e poi le ritagliavo, oppure cercavo di cucirle con vecchie stoffe di mia madre e fili di lana, bottoni.

Crescendo ho continuato a creare ed a modificare le cose da me: collane, accessori, oggetti-regalo per persone speciali….Di sicuro il materiale con cui ho approcciato è la stoffa ed i bottoni. Il nome del brand,

Polvere di Strega, è nato per gioco perché volevo dare l’idea di creazioni insolite e divertenti, ma volevo anche comunicare l’ idea di poter “fare magie”, realizzare cioè i desideri di chi mi commissionava degli oggetti fatti a mano

Ho visto che oltre alle paste polimeriche realizzi spesso anche creazioni in stoofa. e’una tradizione che hai ereditato in famiglia, hai fatto corsi o sei autodidatta?

Sono completamente autodidatta…vado ad istinto  e impulso creativo.

C’è qualche storia interessante o divertente che vuoi raccontarci riguardo ad un oggetto che hai realizzato o ti hanno commissionato?

Ce ne sarebbero tante da raccontare! Diciamo che con i cake topper mi “diverto” molto,perché chi mi contatta ha spesso voglia di un oggetto che sia divertente e faccia sorridere gli amici ed i parenti, quindi hanno voglia di stupire, di far sorridere.

Comunque ricordo con molto affetto una ragazza a cui ho realizzato una bambola di Frida Kahlo…era così contenta quando ha ricevuto il pacco, che mi ha inviato una foto di lei e la bambola abbracciate!

In più di un’occasione ho potuto ammirare le tue creazioni in fimo e le ho trovato sempre molto originali rispetto a quelle che si vedono in circolazione. Da dove prendi di solito ispirazione?

Il fimo è un materiale che ho “scoperto” per caso e mi ha  entusiasmata perché ho capito fin da subito  di avere con esso un feeling, una manualità speciale.  In genere immagino degli oggetti e poi li realizzo. Oppure mi ispiro a creazioni  che vedo e che mi colpiscono, reinterpretandole secondo il mio stile.

Chi segue la Tana del Criceto ti conosce già da un pò visto che il tuo fa parte del network del portale. Tu che rapporto hai con la rete? Internet ed i social network ti hanno aiutata a farti conoscere? Pensi che siano un buono strumento per chi realizza handmade?

Solitamente non sono una grande fan di Internet e  social network…li utilizzo poco come svago, ma abbastanza come strumenti di condivisione e di ricerca per le mie creazioni. Sicuramente posso dire che la rete è stato ed è uno strumento dall’incredibile potenziale per noi creativi.

Da diverso tempo crei anche cake topper per matrimoni ed eventi speciali. In genere che tipo di persone ti contattano? Che passaggi ci sono dalla richiesta alla creazione?

Adoro parlare dei Cake Toppers! In genere chi mi chiede una statuina personalizzata è prima di tutto  una persona che ha voglia di rendere il proprio giorno speciale completamente memorabile ed unico.

Spesso c’è anche il desiderio di fare una sorpresa e stupire gli invitati. Solitamente , dopo essermi fatta “raccontare” come immaginano e desiderano il loro cake topper dei sogni,  preparo dei disegni-proposta e decidiamo insieme il tipo di lavoro da effettuare.

Questa per me è la fase più importante, cioè ascoltare, capire e trovare il giusto feeling con il cliente: ci tengo molto che chi si rivolge a me, possa fidarsi e sentire che realizzerò il “suo” cake topper, che lo preparerò con amore e con passione.

Perché ogni statuina per me è un vero e proprio pezzo speciale, un racconto delle persone a cui è rivolto, in cui ovviamente c’è un pezzo di me e della mia anima.

Quanto tempo impeghi a realizzare ogni cake topper?

Dipende dal tipo di cake topper che mi viene chiesto, da quanti elementi devo inserire , dalla complessità del lavoro.  Posso metterci qualche giorno, fino a dieci giorni.  Sono molto pignola e precisa quando modello e lavoro la pasta polimerica, per cui chiedo sempre di commissionarmi i lavori con almeno uno o due mesi di anticipo!

Sempre rimanendo in tema, una domanda più personale. Tu cosa ne pensi del matrimonio? pensi sia giusto spendere migliaia di euro per una festa che dura solo un giorno?

Credo che il matrimonio sia un giorno estremamente importante per la vita di ognuno. E credo che ognuno debba viverlo come meglio crede, cercando di essere felice. Quindi se si ha l’esigenza di spendere soldi, cura, organizzazione  ed attenzione per il proprio matrimonio, non ci vedo nulla di sbagliato.

Pensi che l’handmade in Italia venga apprezzato e abbia il giusto riconoscimento?

In Italia, secondo me, l’handmade ha una vita un po difficile, perché non sempre ci si rende conto che dietro un oggetto fatto a mano  ci sono ore di lavoro, di attenzione per i dettagli, di passione ed amore.  Purtroppo, quindi, delle volte manca la capacità di dare il giusto valore a chi crea con le proprie mani.

In quali progetti pensi di lanciarti per il futuro? Puoi darci qualche anticipazione sulle tue prossime creazioni?

Il mio prossimo progetto è creare una linea di bijoux essenziale ed elegante, utilizzando la foglia d’oro e d’argento .

Per quanto riguarda i cake topper, sto pensando ad una linea che sia economicamente più accessibile, dalle forme più semplici e basiche e che possano comunque essere minimamente personalizzate! Tutti i miei cake topper li troverete nel mio nuovo brand “Funny Factory”..

Siamo giunti al momento dei saluti. C’è qulche frase o consiglio che vuoi rivolgere agli altri creativi o chi ha deciso di appassionarsi al mondo dell’handmade?

Consiglio di non mollare, di avere sempre passione per ciòche create. Ma, soprattutto, consiglio di divertirvi e di confrontarvi con altricreativi.

Vi ricordo che potete contattare Nicoletta iscrivendovi alla sua pagina Facebook o o inviando una e-mail a polveredistrega1@yahoo.it, Non dimenticate inoltre di visitare i suoi due siti web, Polvere di Strega ed il nuovissimo Funny Factory (dove troverete le sue creazioni dedicate agli eventi speciali ed ai matrimoni).

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.