Il Favoloso Mondo di Sigismondo

Stavolta a raccontarsi a La Tana del Criceto è una simpaticissima creativa romana che ha scelto come mascotte un buffissimo e tenerissimo papero.

Quali segreti e meraviglie ci ha svelato? Scopritelo leggendo la nostra chiacchierata!

Ciao carissima, prima di tutto vorrei ringraziarti per accettato di rispondere a questa intervista. Se ti va inizierei con le domande classiche giusto per farti conoscere meglio dai nostri lettori. Raccontaci di te, dove sei nata e dove vivi attualmente?

Ciao a tutti. Grazie a te Alessandro per avermi proposto l’intervista. E’ la prima volta!! Posso sentirmi importante?? Scherzi a parte; mi chiamo Amelia, sono nata a Roma il 6 novembre del (una signora non dovrebbe dire mai la sua età ma per voi farò un’eccezione!) 1987. Vivo a Roma.

Rimanendo in tema, ci parli un pò della tuà città? Quali sono i posti più interessanti da visitare?

Parlo della mia esperienza di Romana, nata e vissuta nella città eterna e sarà palese che sarò di parte. Roma è tutta da visitare dai cosìdetti “nasoni” al Colosseo. Ogni piccola parte di questa città,richiama la sua storia.

Per avere un presente e un futuro abbiamo bisogno del nostro passato che ci fa comprendere chi siamo veramente. La nostra essenza. E’ importante il sanpietrino quanto il Gianicolo. E San Pietro. Castel Sant’Angelo (il mio monumento preferito). Il Pantheon….Non fermate i vostri occhi però solo sui monumenti. Guardatevi attorno;ogni cosa vibra di magia ed essenza romana.

Che percorso di studi hai fatto e come ti sei avvicinata al mondo dell’handmade?

Se parlassi di studi farei la fine di Pinocchio e del suo naso. Ma penso sia il percorso che molte persone, come me, che si sono avvicinate al mondo handmade, hanno intrapreso.

Handmade: hobby o lavoro?

Si comincia quasi sempre dall’hobby,credo. E’ un hobby, che se si tramutasse anche in un lavoro,ne sarei felice.

Hai imparato da sola, da autodidatta o hai seguito dei corsi?

Autodidatta.

Parliamo delle tue creazioni e dell’originale nome che hai scelto “Il Favoloso Mondo di Sigismondo”. E’il nome di un tuo personaggio o creazione? l’hai preso da qualche ricordo d’infanzia?

Sigismondo e il mio papero (burattino) che creai al corso di Tecnico di Ludoteca. Prese forma sotto le mie mani e quindi posso dire che è una parte di me. Spesso la gente, quando mi sente parlare di Sigismondo, mi guarda come una pazza (in realtà un pò lo sono… Ma penso sia un bellissimo aspetto di ogni artista).

Come ti dicevo lui rappresenta qualcosa di mio internamente (un emozione,un sentimento…) che ha “preso forma” attraverso le mie mani, al di fuori. Io lo sento come parte “vivente.” (Non è che state componendo il numero della neuro?) (No, non preoccuparti, ci siamo abituati …e poiprima finiamo l’intervista, ihihih…che perfido! :D)

Il Favoloso Mondo di Sigismondo - Il Papero Sigismondo

Curiosando sulla tua pagina FB ho visto che realizzi davvero moltissime tipologie di creazioni. Quali e quanti materiali utilizzi? Hai un materiale o una tecnica preferita? Quali altre tecniche ti piacciono o vorresti sperimentare?

Mi piace sperimentare su più fronti. Purtroppo o per fortuna ho una mente che spazia molto. Penso che ogni cosa, realizzata in qualunque modo, possa essere qualcosa di interessante e affascinante.

Amo molto il legno (ch , son sincera, non so lavorare affatto); è un materiale che da “molto calore” (rispetto alla plastica, già al tatto si sente che è diverso. Come diverse sono le sensazioni che da). Il materiale che uso di più e prediligo è il feltro.(anche se spesso qualche filo se ne va quà e là).

Mi descriverci il tuo processo creativo? Qual’è la tua maggiore fonte di ispirazione?

Non è un processo. E’ qualcosa che “appare” improvvisamente. Che all’inizio non sai da dove viene, ma poi comprendi quando hai la tua creazioni tra le mani. La maggior fonte di ispirazione è ciò che percepisco (lo ammetto: vado anche a sbirciare altri lavori per avere una “spintarella” e poi personalizzare.)

Come tutte le creative/i credo che anche tu lavori su commissione. Ricordi la richiesta più bizzarra, originale o complicata che ti hanno fatto?

Per ora, devo dire che quei miei pochi acquirenti, sono persone abbastanza normali.(dopo questa,mi aspetteranno fuori casa per farmela pagare).

Ti è mai capitato di cimentarti nel ruolo di insegnante (magari in dei workshop, corsi, ecc..) lavorando con adulti o bambini? E’un tipo di esperienza che vorresi fare o ripetere?

Una volta ho fatto una dimostrazione dei miei lavori durante un “mercatino”. Sicuramente vorrei avere più destrezza, per esempio con ago e filo per poter ripetere l’esperienza. Sto lavorando con altre persone per organizzare dei corsi. Ma siamo ancora (molto) “lavori in corso”.

Hai mai partecipato a fiere, concorsi o mercatini? Ce ne è uno che ricordi in particolare?

Per ora no ma spero di rifarmi nl prossimo futuro.

Nella tua città vengono organizzati eventi per promuovere l’arte e l’artigianato? Abbastanza direi. Essendo una grande città le occasioni non mancano. Il problema è proprio quale scegliere.

Il Favoloso Mondo di Sigismondo - Attrezzi del mestiere

Internet e Facebook hanno indubbiamente permesso di dare maggiore visibilità ai creativi ed alle loro idee. Tu che rapporto hai con il web ed i social? Ti hanno aiutato ad avere maggiori contatti o a conoscere altri creativi?

Sicuramente il web aiuta tantissimo persone tra di loro a scambiarsi idee e informazioni e parlo anche in prima persona. Io cerco sempre di tenermi aggiornata. L’incontro con l’altro può arricchire tantissimo, anche tramite un pc (questo non toglie l’importanza primaria del “faccia a faccia”).

Negli ultimi anni ho visto un fiorire di eventi (vedi festival, workshop, tavoli di discussione, ecc…) in cui la creatività è tornata ad essere protagonista. Pensi che finalmente l’Italia stia finalmente riscoprendo il valore della sua arte e del suo artigianato?

Spesso le persone sottovalutano la grande importanza della creatività e del creare. Molte persone amano oggetti fatti a mano, magari non perfetti (guardate i miei…) ma forse ne sono attratti, perchè sentono che in quell’oggetto c’è nascosto un pezzetto dell’artista che l’ha creato. E l’uomo ha bisogno di entrare in contatto con gli altri.

Spero che l’Italia si convinca sempre più (come tutto il mondo) di quanto sia rilevante in mondo della creatività.

Siamo arrivati al momento dei saluti. Che consiglio daresti alle nuove generazioni di creativi?

Create. Non abbiate alcuna paura. La paura è la maggior nemica della creatività. Provate. Non vi piace? Ritentate. E la vostra luce verrà fuori. Essere creativi è come avere un fuoco dentro e sta principalmente a voi accederlo.

Proveranno a buttare dell’acqua tante volte per spegnerlo, ma voi alimentatelo sempre. La creatività è la cosa più preziosa che abbiamo. Evviva la creatività!

Vi ricordo che potete contattare Amelia visitando la pagina Facebook de Il Favoloso Mondo di Sigismondo cliccando QUI.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s