Un viaggio, due mondi: India e Mustang

Il viaggio verso il Tibet dei mitici Turisti per Caso, Syusy Bladi e Patrizio Roversi, è ancora lungo e ricco di entusiasmanti avventure.

In questo nuovo episodio Syusy e Patrizio decidono di dividersi per seguire due itinerari separati e quasi agli antipodi.

Grandi città e maestose montagne

In questa prima parte ritroviamo Syusy imbarcatasi in un’avventura a metà strada tra il mistico ed il fantastico alla ricerca dell’entrata dell’Agarthi, il mondo sotterraneo.

Come sempre i viaggi di  Syusy si trasformano anche in una splendida occasione per conoscere i luoghi, persone e tradizioni.; la prima tappa è Delhi, una delle più popolose città dell’India.

Immersi tra colori e spezie, insieme a Syusy visiteremo una delle più grandi moschee del mondo per poi rilassarci in un’originale beauty farm ayurveda in cui vengono utilizzati solo rimedi naturali.

Da Delhi il viaggio prosegue verso Anand Vihar, una delle città sacre, meta di turisti ed anche di migliaia di pellegrini.

Tra santoni, offerte e simpatiche comitive Syusy scopri i mille rituali (antichi e moderni) che si svolgono lungo le rive del fiume Gange.

Turisti per Caso - India Tempio

Patrizio insieme a Pietro Verni (presidente dell’Associazione Italia-Tibet) ed a sua moglie Karma si preparano invece a scoprire uno dei luoghi più remoti ed incontaminati del pianeta, la regione del Mustang.

Ripercorrendo la pista del sale lungo la valle del fiume Kali Gandaki ci aspettano luoghi impervi ma dall’indubbio fascino, in cui ci perde nella maestosità e nella bellezza della natura incontaminata.

Quasi in un altro mondo

La seconda parte s apre all’insegna dell’avventura con Syusy e la sua simpatica guida indiana, Mina, impegnate in una spericolata sessione di rafting sul Gange.

Sopravvissute all’esperienza il viaggio verso le grotte di Patal Bhuvaneshvur prosegue tra visite a templi e discorsi curiosi sulla cultura dell’India, le sue usanze e le sue tradizioni.

Non manca ovviamente la visita ad un guru che ci parlerà dell’affascinante ciclo delle reincarnazioni.

Patrizio e la sua comitiva arrivano invece a Kagbeni, ora piccolo villaggio ma un tempo una delle più importanti città stato della regione.

In questo luogo, come in altre regioni del Mustang, il tempo sembra essersi fermato e nonostante alcune piccole innovazioni si respira ancora un’aria di altri tempi, quasi ancestrale, pura da ogni contaminazione.

Quello che colpisce è la dignità ed i sorrisi delle persone, alcuni esuli dal Tibet, che nonostante le molte difficoltà e la relativa poverta è sempre pronta ad accogliere e a dare una mano.  Davvero una grande lezione di umanità.

Tra escursioni, qualche imprevisto e tantissime emozioni,  il lungo cammino verso il Tibet continua…

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s