Il Fatto a Mano di Maria Luisa

Uno degli aspetti che apprezzo di più di Internet e dei social network è la possibilità che ci danno di poter conoscere tantissime persone ognuna con interessi e storie diverse.

Attraverso la rete ho avuto il piacere di scoprire quella di Maria Luisa, una straordinaria artigiana e creativa che in quest’intervista si racconta agli amici de La Tana del Criceto.

Salve carissima, prima di tutto grazie per la tua disponibilità. E’sempre un piacere potersi confrontare con nuovi artisti ed artigiani. iniziamo parlando un pò di te.Dove sei nata esattamente?

Sono nata in un paese della provincia di Treviso, circa a metà strada tra Treviso e Venezia.

Parlaci della tua città e del posto in cui vivi.

Mogliano Veneto è un paese originariamente contadino che nel tempo purtroppo ha perso le sue eccellenze nella coltivazione di frutta e cereali e nel boom edilizio si è trasformato in zona residenziale. E’suddiviso in zone e pertanto molto disgregato, il centro un tempo era il fulcro commerciale ora purtroppo è un assieparsi di banche e uffici.

La mia vita si svolge soprattutto nel quartiere sud in cui vivo, zona tranquilla con casette singole circondante dal verde. Adatto per chi non ama la confusione!

Quando e come è nata la tua passione per l’handmade? Hai iniziato a coltivarla di recente o l’hai portata avanti fin da giovane?

La mia passione per il cucito creativo è l’evoluzione di altri hobby che nella mia vita sono stati sempre presenti. Da piccola amavo cucire i vestiti per le Barbie, come pure realizzare i vari accessori o arredi.

Il Fatto a Mano di Maria Luisa - Stand

Quale tecniche e materiali usi prevalentemente?


L’uso di vari materiali è stato sempre una mia costante, solo che dal 2008 circa ho potenziato il cucito creativo. Avevo molti tessuti avanzati dal patchwork su polistirolo oramai al tramonto, e ho provato a creare alcuni oggetti semplici prendendo spunto dalle riviste che all’epoca erano veramente poche e rare.

Ho scoperto poi la Fiera di Vicenza e mi si è aperto un mondo nuovo ….
ho cominciato la mia ricerca di libri, cartamodelli e via via conoscendo meglio il settore ho conosciuto altre creative, vari siti e il mitico web che non smette mai di fornire ispirazione. Amo i tessuti soprattutto le cotonine americane e i tinti in filo, amo i colori e ogni tipo di animale.

Hai partecipato mai a concorsi o mercatini? Ti ricordi uno che ti ha entusiasmato particolarmente?

Potenziando la tecnica del cucito creativo ho accumulato molte creazioni e all’inizio, rivolgendomi ad alcune amiche commercianti, ho cominciato ad esporre i miei lavori.

Successivamente, su invito di un’associazione di Mogliano Veneto, ho partecipato al mio primo mercatino, da inesperta e tanto incerta….conclusione….sono tornata a casa con una carica in più, soddisfattissima della giornata e convinta più che mai che potevo farne degli altri. Così anche il mondo mercatini è entrato a far parte della mia vita, arrivando anche ad esporre nel 2010 al Festival di Gufi in provincia di Piacenza.

il-fatto-a-mano-di-maria-luis-creazioni-varie

Purtroppo come accade spesso, la vita dà ma anche toglie, nel 2012 ho dovuto limitare le mie uscite per prendermi cura della mamma anziana oramai in carrozzina e il tempo da dedicare al mio hobby è drasticamente diminuito.

Per fortuna il mio blog e successivamente la mia pagina face book sono riusciti a mantenere aperta la mia finestra sul mondo, ho avuto il piacere di incontrare virtualmente e non, molte persone eccezionali.

Preferisci lavorare su commissione o dare libero stimolo alla tua fantasia?

Il mio modo di creare è un po’ cambiato, si è intensificato il lavoro su commissione, quindi mirato e personalizzato. Non sempre riesco ad accontentare tutti, molto dipende dalle situazioni e dal tempo, ma cerco di fare il possibile!

Pensi di poterlo considerare un lavoro a tempo pieno o è più un hobby che usi per metterti alla prova o rilassarti?

Io lo considero un hobby e soprattutto una terapia per la mia mente.

Tra i lavori che ti hanno commissionato ricordi almeno uno che ti ha messo in difficoltà ed un altro che ti ha particolarmente stimolato, che hai visto come una sfida?

Fra i lavori dei quali vado orgogliosa, c’è il mio adorato Geco Paraspifferi nato da una richiesta e soprattutto senza l’ausilio di cartamodelli esistenti;
come pure il Picciofante richiesto da un marito per vincere una scommessa con la moglie… e c’è riuscito!

Quando realizzi delle tue creazioni originali da dove prendi l’ispirazione?

Non mi pongo dei limiti, mi basta avere il momento creativo giusto!
Alcune creazioni provengono da cartamodelli in vendita, altre da riviste, altre dalla mia fantasia che mescola vari pezzi e se necessario modifica e ridisegna personalizzando.

Pensi che l’artigianato in Italia venga apprezzato quanto meriti o che non gli venga data la giusta considerazione?

Le tantissime ore di lavoro che ci sono alle spalle di una creazione handmade non sono mai considerate, soprattutto ai mercatini il valore dei pezzi creati non rispecchia mai il reale lavoro.

Il fatto a mano di Maria Luisa - Paraspifferi Gugù

La cosa importante per me è metterci la passione e la qualità, sono poi le persone che acquistano a rendersi conto di aver fatto un buon affare e il passaparola è la migliore gratificazione!

Se dopo anni dal primo acquisto, le persone si ricordano di me e mi ordinano qualche altro pezzo, vuol dire che il mio lavoro è stato apprezzato.
Come ho scritto sul mio profilo di Blogger, sono una moglie e mamma che adora il cucito creativo.

Ho letto sul tuo blog che hai anche una figlia. Sei riuscita a trasmetterle la tua stessa passione (in particolare per il cucito) o per il momento ha altr interessi? Ho visto tra l’altro che realizza creazioni digitali.

Ho due figlie oramai grandi , una grafica pubblicitaria e una tecnico della moda ed abbigliamento. Sicuramente la creatività che hanno visto e vissuto fin da piccole ha lasciato il segno e sono convinta che la loro scelta scolastica non è stata casuale, come pure le molte passioni che coltivano, compreso aiutare la mamma con le sue creature di stoffa!

Concludiamo oltre che con i saluti con la frase di rito. C’è un messaggio o un consiglio che vorresti dare ad un giovane creativo/a che voglia intraprendere il mestiere dell’artigiano o che magari vorrebbe avvicinarsi all’arte del cucito?

Sicuramente quello che mi sento di consigliare a chi volesse intraprendere un lavoro creativo, è di metterci “passione” e non smettere mai di sperimentare e personalizzare!

Potete contattare Maria Luisa visitando il suo sito internet o la sua pagina Facebok, Il Fatto a mano di Maria Luisa.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s