Invito alla riflessione: I dipinti di Albin Talik

Albin Talik è un talentuoso giovane artista nato nel 1980 in Polonia che vive e lavora nella splendida città di Cracovia.

Per anni il suo ambito di interessi è stato quello della musica, in particolare del genere rock, e la sua ambizione quella di diventare un musicista affermato. Questo era il suo sogno, un sogno che, sfortunatamente, per molte ragioni non si è potuto realizzare.

Anche se le cose non sono andate come sperava, Talik ha conservato il suo piccolo studio di registrazione  (creato all’interno della sua abitazione) e ha potuto offrire il suo talento creando musica per vari progetti (videogiochi, performances teatrali, animazione, ecc…). Si è anche cimentato nella realizzazione di illustrazioni per la video animation.

All’età di trent’anni decide di cercare la sua fortuna nelle arti visive ed inizia così un percorso per trovare un suo spazio nel settore.

Come ci racconta lo stesso Talik: “Non avevo mai preso in mano una matita o tentato di disegnare . È successo così . La mia ragazza mi ha parlato di lezioni di pittura e mi ha suggerito l’idea di fare dei collage .

Albin Talik

La tecnica che uso è chiamata paper painting. Una tecnica che è in parte basata sul collage. Sto cercando di ottenere l’effetto della pittura ad olio con pennellate irregolari. Le mie opere sono costituite da migliaia di pezzi di carta”.

Il completamento di un’opera è frutto di pazienza e dedizione.
Spesso per realizzare un’immagine può essere necessaria una settimana, a volte un mese intero, dipende tutto dal grado di complessità.

Il formato che è più solito utilizzare è quello di 70 X 100 cm, una superficie ampia che una volta preparata ricopre con una grande quantità di colla. Per realizzare i suoi lavori usa prevalentemente giornali ed album. A volte capita che compri un giornale anche per una sola pagina.

Talik ci fornisce un approfondimento sui temi che affronta nelle sue opere con parole semplici ma incisive: “Ho diviso i miei quadri in differenti cicli. Ho iniziato con i ritratti di amici e familiari. Al momento sto lavorando su una nuova serie chiamata Rumination”.

La ruminazione, ci spiega Talik, è simile al preoccuparsi per qualcosa eccetto il fatto che essa si focalizza sulle cattive sensazioni ed esperienze del passato.

“Cerco di mostrare un uomo che lotta con le sue debolezze, la solitudine, l’alcolismo, le droghe, l’uomo che medita sul significato dell’esistenza”.

Gli eroi dei suoi quadri spesso indossano delle maschere. Sono simboli del pensiero, del passare attraverso la vita. Nei suoi lavori Talik cerca di incoraggiare l’osservatore a riflettere su cosa sia davvero importante nella vita.

Albin Talik

Talik ha realizzato anche una seconda interessantissima serie di tele intitolata Pyramids. I protagonisti di questi quadri sono persone comuni raffigurate in momenti della vita di tutti i giorni. Abbiamo il vasaio, il bibliotecario, il venditore, il viaggiatore, il pittore.

Spiega l’artista: “Gli elementi base dei miei dipinti sono le teste a piramide. il Bianco ed il nero. In ognuno di noi ci sono buone e cattive emozioni, bene e male. Ho cercato di mostrare che non siamo dissimili gli uni dagli altri. Siamo tutti esseri umani.

Dipende da noi cosa decidiamo di fare con le nostre vite. Quale sentiero decidiamo di seguire. Quando stavo studiando arte il mio insegnante mi impose, in maniera categorica, di non non utilizzare il bianco ed il nero. Questa serie mi ricollega a queste proibizioni”.

Parlando del rapporto con il suo pubblico: “Le persone spesso mi chiedono perchè i personaggi dei miei quadri non hanno la testa o indossano maschere o piramidi.

Mi piace quando l’arte costringe le persone a pensare, a farsi domande e a riflettere. Certamente questo è il mio punto di vista.

Non voglio imporre un’immagine che condizioni il modo di recepirla dell’osservatore. ogni immagine che rappresento contiene un differente messaggio. Qualche volta l’aspetto più importante è l’atmosfera”.

Potete contattare Albin Talikvisitando la sua pagina Facebook cliccando QUI o il suo sito internet cliccando QUI.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s